Il cibo dei Nativi Nordamericani (prima parte)


WebFoodCulture Logo

Il cibo dei Nativi Nordamericani (prima parte)

STORIE, INFORMAZIONI E CURIOSITA’ SUL CIBO PIU’ TIPICO E TRADIZIONALE DEI NATIVI NORD AMERICANI.

Il cibo dei Nativi Nordamericani: Nativo Nordamericano (crt-01)

Anche se a un gran numero di lettori può sembrar strano, parlare del cibo dei Nativi Nordamericani non è un compito facile. L’immagine che in genere si ha di loro è quella di un ‘grande popolo’, suddiviso in tribù, ma comunque caratterizzato dai medesimi usi e costumi: una visione fortemente stereotipata, incoraggiata dalla letteratura, dal cinema, dai fumetti e, qualche volta, dai Nativi stessi. Ad esempio, molti immaginano che tutti gli ‘indiani’ siano mangiatori di carne di bisonte: niente di più falso, sarebbe infatti come pensare che gli Europei sono un unico popolo, abituato a cibarsi esclusivamente di lasagne o crauti.

Per questo motivo, approfondire la conoscenza del cibo dei Nativi Nordmericani diventa un modo per iniziare a conoscerli e a comprenderli.

Occorre tenere a mente che, a causa della vastità dell’argomento trattato, le informazioni presenti in questo articolo sono inevitabilmente generiche e soggette a varie eccezioni.




Il cibo dei Nativi Nordamericani (img-07, crt-01)

point

Il cibo dei nativi nordamericani: le ‘nazioni’ indiane.

Il cibo dei Nativi Nordamericani: Nord America, aree ecologico-culturali.

I nativi del continente nordamericano appartengono a 7 ‘philum’ linguistici, ai quali va aggiunta una numerosa serie di etnie legate ad altri philum non ben determinati. Questi gruppi linguistici diedero vita ad almeno 500 entità sociali che spaziavano da piccoli insiemi di poche famiglie, le ‘bande’, a aggregati più vasti, le ‘tribù’, fino a strutture complesse organizzate in confederazioni, principati, potentati e addirittura ‘imperi’. Si tratta degli elementi fondanti delle ‘nazioni’ indiane.

Queste erano diffuse nelle seguenti aree ecologiche e culturali:

Area Artica;
Area Sub-Artica;
Costa Nordoccidentale;
California;
Plateau (Altipiani);

Grande Bacino;
Plains (Grandi Pianure);
Prairies (Praterie);
Nordest;
Sudest;

Nordovest del Messico e Bassa California;
Sudovest;
Meso-America (dal Messico all’Istmo di Panama);



E’ importante ricordare che, nella fattispecie, il termine ‘nazione’ non ha il significato politico che ha assunto nel corso della storia europea, ma solo quello di ‘gruppo di nativi’ (dal latino ‘natus’, ‘nato’).


Il cibo dei Nativi Nordamericani: Nativi americani (img-01)

point

Il cibo dei nativi nordamericani: molti tipi di cibo.

Il continente nordamericano è caratterizzato da numerosi ecosistemi: dalle distese ghiacciate dell’Artico ai deserti dell’Arizona e di Sonora, dalle foreste pluviali della British Columbia ai boschi decidui della Virginia e della Carolina, dalle grandi pianure lungo il sistema fluviale Mississippi-Missouri alle paludi della Florida.

Quasi inutile dire che ognuno di questi ecosistemi si distingue per una grande varietà di animali e piante in grado di fornire numerose tipologie di cibo.

point

I Nativi Nordamericani non allevano bestiame.

Il cibo dei Nativi Nordamericani: Nativi nord americani a cavallo (crt-01)

Una caratteristica comune a molte delle Nazioni Indiane ne mise più volte a rischio la sopravvivenza in epoca precolombiana ed in seguito, vale a dire l’incapacità di allevare il bestiame (*1). Non è dunque un caso che molti dei miti di queste popolazioni facciano riferimento alla scarsità di cibo: una pericolosa minaccia alla quale spesso poneva rimedio l’intervento di un eroe mitologico. Costui, portato a termine il suo compito, in genere insegnava alla tribù una specifica cerimonia religiosa per far sì che il problema non si ripresentasse.

Cicli ricorrenti di scarsità e di abbondanza di cibo rappresentarono la naturale condizione di vita dei Nativi Nordamericani.

Nota:
*1: Allevavano solo tacchini e cani, questi ultimi in genere venivano mangiati nel corso di alcune cerimonie rituali.

point

Il cibo dei nativi nordamericani: cibo e religione.

Il cibo dei Nativi Nordamericani: Sioux, Ghost Dance (img-03)

Nel passato procurarsi da mangiare rappresentò quasi sempre un problema serio per i Nativi Nordamericani. Il cibo aveva quindi un grande valore: non a caso, una volta reperito, veniva spesso consumato in modo cerimoniale.

La visione animistica.

Il rapporto con la natura di molti tra questi popoli non era di tipo ecologico ma animistico. Pensavano infatti che il mondo naturale, in ogni sua manifestazione, fosse abitato da spiriti: entità malevole e permalose, nel migliore dei casi indifferenti.

Un numero finito di animali.

Va inoltre ricordato che i Nativi non possedevano il concetto di incremento demografico di una specie. In genere credevano (*1) che il numero degli animali esistenti fosse sempre il medesimo e che una volta uccisi questi si reincarnassero … così da poter essere nuovamente cacciati.

I tabù.

Tale convinzione (*2) li portava ad attribuire la penuria di prede alla rottura di un tabù da parte di un individuo o di un gruppo.
Alcuni tabù riguardavano l’abbinamento dei cibi: presso gli Inuit era ad esempio proibito mangiare insieme carne di animali terrestri (*3) e marini (*4).
Dal momento che una eventuale trasgressione avrebbe causato un immane disastro, il colpevole, se scoperto, veniva immediatamente giustiziato.

Nota:
*1: Occorre considerare che si sta parlando di più di 500 nazioni.
*2: Concezione di tipo animistico, appunto.
*3: Ad esempio il caribou.
*4: Ad esempio pesci, foche e balene.

point

La donna e la preda della caccia.

Il cibo dei Nativi Nordamericani: Donna Nativa Nord Americana (crt-01)

Il parallelismo magico tra la donna e la preda della caccia è un elemento spesso presente nella cultura dei Nativi Nordamericani. Di seguito vengono riportati alcuni esempi per chiarire questo concetto:

La donna e il kayak.

Quando una donna cuciva le pelli di un kayak, in genere eseguiva il lavoro indossando un indumento impermeabile, in modo che il suo odore non impregnasse l’imbarcazione, mettendo in allarme le prede.

La donna e la foca.

Nemmeno un capello di donna doveva rimanere impigliato nel parka di un cacciatore di foche, dal momento che ciò avrebbe offeso gli animali. Una volta uccisi, i loro spiriti si sarebbero lamentati della sua sciatteria, decidendo di stargli alla larga nella vita successiva.

La donna e la balena.

La moglie del capo baleniere presso i nativi della Costa Nord Ovest, rappresentava simbolicamente la balena. Per questa ragione, durante la caccia, era soggetta a molti tabù.
Alcuni esempi:
In casa, quando doveva sedersi, occorreva che lo facesse volgendo le spalle al mare: in questo modo le balene, imitandola, si sarebbero dirette verso riva e non al largo.
Era necessario che mangiasse cibi molto grassi, così che le prede sarebbero state altrettanto grasse.
Non le era permesso pettinarsi, dal momento che se i capelli si fossero aggrovigliati, ciò avrebbe causato anche l’aggrovigliamento delle funi agganciate agli arpioni.

point

Gli animali dei Nativi: il bisonte e il caribou.

Nell’immaginario collettivo, due animali su tutti vengono associati all’immagine dei nativi americani: il bisonte ed il caribou.


Il cibo dei Nativi Nordamericani: Bisonte (img-04) Il cibo dei Nativi Nordamericani: Bisonte (img-04)

Il bisonte.

Contrariamente a quanto si può credere il bisonte è addomesticabile: oggigiorno viene allevato in modo intensivo nei ranch delle riserve indiane. Bistecche di questo animale sono offerte come leccornia nei menù dei casinò dei nativi americani.


Il cibo dei Nativi Nordamericani: Caribou (img-05) Il cibo dei Nativi Nordamericani: Caribou (img-05)

Il caribou.

Nel continente americano il caribou, o renna americana, è stato quasi sempre considerato solo come preda di caccia. Coloro che allevarono questo animale, lo fecero principalmente per il suo latte e per il trasporto delle slitte.


Il cibo dei Nativi Nordamericani: Little Big Horn (reenactment) (crt-01)

Il cibo dei Nativi Nordamericani: Donna Nativa Nord Americana (crt-01)

point

La musica dei nativi nord americani.

Musica dei Nativi Nord Americani per accompagnare la lettura di questo articolo:

Nota: registrarsi a Spotify così da poter ascoltare i brani per intero.


donate

Con questa donazione sosterrai WebFoodCulture, garantendo la futura pubblicazione di nuovi articoli. Grazie!

point

Il cibo dei nativi nordamericani: il pemmican, un concentrato di energia.

Il cosiddetto ‘pemmican’ è un vero e proprio concentrato di grasso e proteine. I nativi nord americani furono i primi a prepararlo: grazie alla sua praticità e al notevole apporto energetico, ben presto diventò il cibo preferito degli esploratori.
I suoi ingredienti principali sono:
Carne essiccata (in genere di bufalo, alce o cervo);
Bacche (spesso mirtilli, ribes o ciliege);
Grasso animale;

WebFoodCulture: solo l’enogastronomia più tipica e tradizionale.

SOLO LE SPECIALITA’ PIU’ TIPICHE E TRADIZIONALI

point

Il cibo dei nativi nordamericani: la distribuzione della carne.

La distribuzione della carne che seguiva tutte le cacce comunitarie, come quella al bisonte o alla balena, non era paritaria: le porzioni migliori dell’animale spettavano infatti di diritto al capo della spedizione o al padrone della terra.
Presso i Coast Salish l’arpioniere che colpiva per primo una balena riceveva il suo posteriore e la testa, il secondo una pinna, il terzo l’altra pinna, il quarto la schiena, il quinto il collo.
Presso i balenieri dell’Artico, il grosso dell’animale andava al capitano della ciurma, che di solito era anche il proprietario della barca.

point

Nella seconda parte.

Il cibo dei Nativi nella regioni nord americane Regione Artica e Subartica, sulla Costa Nordoccidentale, nel ‘Plateau’ e nelle Grandi Pianure.




INFORMAZIONI SUL COPYRIGHT DELLE IMMAGINI


Cliccare qui per l'elenco.

Le immagini che riportano il logo ‘webfoodculture’ sono protette da copyright.

Le seguenti immagini sono di pubblico dominio:

img-01 – Nativi americani, G. Mülzel, 1904 (Wikipedia Link) {PD-US}
img-02 (**) – Caribou, Reindeer in Alaska. (Wikipedia Link)
img-03 (*) – Sioux Ghost Dance, Boyd James P., 1836-1910 (Wikipedia Link) {PD-US}
img-04 (**) – Bisonte americano, US Department of Agriculture (Wikipedia Link)
img-05 (**) – Maschio di caribou in Alaska, Dean Biggins, U.S. Fish and Wildlife Service (Wikipedia Link)
img-06 (*) – Sioux tipi, Karl Bodmer, 1833 (Wikipedia Link) {PD-US}
img-07 (*) – Hunting Buffalo, Alfred Jacob Miller, 1858 (Wikipedia Link) {PD-US}

Immagini pubblicate per gentile concessione:

crt-01 – Immagini pubblicate per gentile concessione delle dott.sse Flavia e Sandra Busatta.

(*) Questa immagine è di pubblico dominio in quanto il suo copyright è scaduto.
(**) Immagine dichiarata di pubblico dominio dall’autore.