Home


WebFoodCulture Logo

Solo l’enogastronomia più tipica e tradizionale

STORIE, RICETTE E CURIOSITA’ SULLE SPECIALITA’ PIU’ TIPICHE E TRADIZIONALI DELL’ENOGASTRONOMIA ITALIANA ED ESTERA. I RISTORANTI ED I PRODUTTORI STORICI PER POTERNE ASSAPORARE IL GUSTO ORIGINALE.

B

envenuto in WebFoodCulture! Questo sito intende approfondire la conoscenza delle specialità enogastronomiche italiane ed estere più tipiche e tradizionali. I nostri articoli includono quindi non solo ricette, ma anche e soprattutto storie affascinanti e stuzzicanti curiosità. Vengono inoltre fornite preziose indicazioni sui ristoranti e sui produttori storici, così da poter apprezzare il gusto originale di tali delizie.

IN QUESTO SITO:

Storie, ricette e curiosità sulle specialità più tipiche e tradizionali dell’enogastronomia internazionale. I ristoranti ed i produttori storici per poterne assaporare il gusto originale.


Gorgonzola, il formaggio erborinato lombardo (crt-05)

I

l ‘Gorgonzola’ DOP, uno dei formaggi italiani più conosciuti nel mondo, prende il nome da Gorgonzola, comune lombardo generalmente indicato come suo luogo di origine. Gran parte della fama di questa specialtà casearia è legata alla particolarità del sapore: un gusto speciale che deriva dalle muffe edibili presenti al suo interno, alle quali si devono anche le tipiche striature di colore verde/blu. Approfondiamo dunque la conoscenza di questa prelibatezza, scopriamo come viene preparata e tante curiosità, avvalendoci del prezioso aiuto dei suoi produttori tradizionali, rappresentati dal Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP. (continua)

Italia – Sezione: Salumi e formaggi

Mozzarella di Bufala DOP (crt-06)

Mozzarella di Bufala DOP: l’oro bianco dalla Campania.

L

a mozzarella di Bufana DOP è una delle specialità casearie italiane più famose nel mondo. Scopriamo dove e come viene prodotta, oltre a un gran numero di stuzzicanti curiosità, avvalendoci del prezioso aiuto del suo produttore più tradizionale: il Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP. (a breve)

I piatti tipici del Veneto.

I piatti tipici del Veneto.

I

l Veneto è senza dubbio una delle regioni d’Italia più ricche di storia e cultura, per non parlare dell’incredibile varietà dei suoi paesaggi che includono affascinanti lagune, vaste pianure, dolci colline ed imponenti montagne. E’ inevitabile che, nel corso dei secoli, tutti questi fattori abbiano avuto un ruolo determinante nello sviluppo dell’enogastronomia locale. Cerchiamo dunque le specialità più tipiche del Veneto, scoprendo i ristoranti e i produttori più tradizionali, cosi da poterne apprezzare il sapore originale.


Regione Veneto: l’enogastronomia più tipica e tradizionale (crt-04)

L

o ‘Spritz’ è uno dei long drinks italiani più popolari ed apprezzati. La sua ricetta base, caratterizzata da un’estrema semplicità, nasce in Veneto nell’Ottocento. Col passare degli anni si evolve in numerose varianti: la più conosciuta ai giorni nostri è quella dell’ ‘Aperol Spritz’. (continua)

WebFoodCulture: solo l’enogastronomia più tipica e tradizionale.

SOLO L’ENOGASTRONOMIA PIU’ TIPICA E TRADIZIONALE



WebFoodCulture Logo

GLI ULTIMI ARTICOLI:


Pecorino Romano DOP, il sapore della tradizione (img-01; crt-07) Pecorino Romano DOP, il sapore della tradizione (img-01; crt-07)

L

e origini del Pecorino Romano, come è facile capire dal nome, sono legate alla città di Roma e, più in generale, al Lazio. Non è dunque un caso che sia ingrediente fondamentale di molti piatti tipici di questa zona, tra i quali gli ‘Spaghetti alla Carbonara’ e i ‘Bucatini all’Amatriciana’. (continua)

Italia – Sezione: Salumi e formaggi


Parmigiano Reggiano, il re dei formaggi (crt-02) Parmigiano Reggiano, il re dei formaggi (img-11)

P

er comprendere appieno il valore di un prodotto come il Pamigiano Reggiano, occorre necessariamente apprenderne la storia, lunga più di 900 anni, i luoghi, appartenenti a una delle più storiche regioni italiane, gli ingredienti unici e, non ultimo, il metodo di preparazione. (continua)

Italia – Sezione: Salumi e Formaggi


Prosciutto di Parma DOP, il dolce salume emiliano (crt-03) Prosciutto di Parma DOP, il dolce salume emiliano (img-12)

P

arlare del prosciutto di Parma è come fare un tuffo nella storia. Scopriamo dunque le origini di questa specialità, il fascino dei suoi luoghi, come viene prodotto e un gran numero di curiosità. Incontriamo il ‘Consorzio’, il suo produttore più tradizionale. (continua)

Italia – Sezione: Salumi e Formaggi



WebFoodCulture Logo

LE BEVANDE PIU’ TIPICHE E TRADIZIONALI. I PRODUTTORI STORICI.


Marsala: il vino della famiglia Florio (img-03) Marsala: il vino della famiglia Florio (img-03)

S

tudiando i vini capita spesso di imbattersi in storie interessanti, il Marsala non fa eccezione. Incontriamo dunque l’affascinante famiglia italiana che lo ha reso celebre nel mondo: i Florio. Scopriamo come viene prodotto. Visitiamo i suoi luoghi. (continua)

Italia – Sezione: Bevande


Bollicine nello Champagne. Bollicine nello Champagne.

L

o champagne, un vino spumante entrato nel mito: per poter davvero capire il motivo di tanta fama, occorrerà necessariamente approfondire la sua storia, visitare la regione della Francia in cui nascono le sue uve e apprendere i segreti dei suoi produttori più tradizionali. (continua)

Francia – Sezione: Bevande

W

ine Masters è una serie di documentari dedicati al mondo del vino, realizzata dal produttore olandese Klaas de Jong. Un progetto ambizioso, che mira a coinvolgere lo spettatore donandogli emozioni che travalicano la consueta offerta informativa. (continua)



WebFoodCulture Logo

LO ‘STREET FOOD’ PIU’ TIPICO E TRADIZIONALE.


Crocchè di patate tra i vicoli di Napoli Crocchè di patate tra i vicoli di Napoli

I

l ‘crocchè’ è uno degli ‘street food’ più tipici di Napoli. Scopriamo la sua storia e la sua ricetta. Cerchiamo le ‘friggitorie’ più tradizionali dove viene preparato, così da apprezzarne il sapore originale. Gustiamolo passeggiando tra i ‘vicoli’: le suggestive viuzze del ‘paese dò sole’. (continua)

Italia – Sezione: Antipasti / Cibo di strada


Una pizza fritta sul set di De Sica. Una pizza fritta sul set di De Sica.

S

ebbene preparazioni simili alla pizza fritta siano presenti in molte zone del mondo, quella che si può gustare a Napoli ha un sapore speciale, strettamente legato alla natura del luogo. Non è dunque un caso che il famoso regista Vittorio De Sica le abbia assegnato un ruolo nel film che è il suo tributo alla città: ‘L’oro di Napoli’. (continua)

Italia – Sezione: Cibo di strada



WebFoodCulture

L’enogastronomia più tipica e tradizionale. I ristoranti e i produttori storici.

1956

, il cantante jazz americano Bulee “Slim” Gaillard dedica una canzone a uno degli snack più famosi al mondo: il nome di questa canzone è ‘Potato Chips’, ovvero ‘Patatine fritte’. (continua)

Nota: registrarsi a Spotify così da poter ascoltare i brani per intero.



WebFoodCulture Desserts Logo

LE SPECIALITA’ DOLCIARIE PIU’ TIPICHE E TRADIZIONALI


Pastiera Napoletana, la regina delle torte pasquali. Pastiera Napoletana, la regina delle torte pasquali.

L

a Pastiera è uno dei dolci più tipici della città di Napoli. Una specialità dalle origini antichissime, ricca di elementi simbolici che la legano ad importanti divinità del passato (come Cerere, dea della fertilità) e al tema della resurrezione: non è dunque un caso che venga considerata dolce pasquale per eccellenza. (continua)

Italia – Sezione: Dolci


Frittelle e Galani: i dolci di carnevale a Venezia. Frittelle e Galani: i dolci di carnevale a Venezia.

I

l carnevale veneziano: un evento unico al mondo che, anno dopo anno, rinnova la sua magia. Durante il periodo dei festeggiamenti, le pasticcerie della Città dei Dogi preparano le ‘frittelle’ e i ‘galani’: assaggiamo queste dolci specialità, ricche di storia e tradizione, circondati da musiche festose e splendide maschere. (continua)

Italia – Sezione: Dolci



WebFoodCulture Logo

L’ENOGASTRONOMIA INCONTRA IL FASCINO DELLA CULTURA


Cibo nello spazio: mangiare sulla I.S.S. (img-04, img08) Cibo nello spazio: mangiare sulla I.S.S. (img-04, img08)

O

gni giorno un gruppo di persone consuma i propri pasti a bordo di una struttura fantascientifica in orbita attorno al nostro pianeta: la I.S.S., la Stazione Spaziale Internazionale. Citando una famosa serie televisiva, in questo articolo viene approfondita l’ ‘ultima frontiera’ del cibo. (continua)

Stati Uniti – Sezione: Cibo e cultura


I banchetti rinascimentali di Vatel: sfarzo e potere (img-05, imag06) I banchetti rinascimentali di Vatel: sfarzo e potere (img-05, imag06)

D

a sempre le persone appartenenti al ceto più ricco ed influente organizzano banchetti il cui fasto è tanto maggiore quanto più grande è il desiderio di impressionare i propri ospiti. Francois Vatel, cuoco e maestro di cerimonie, fu tra i più abili registi di questo tipo di eventi. (continua)

Francia – Sezione: Cibo e cultura



WebFoodCulture Logo

I ‘LUOGHI DEL CIBO’ PIU’ RICCHI DI FASCINO E TRADIZIONE.

L’

Harry’s Bar è un luogo di grande fascino che fa giustamente parte dell’immaginario collettivo. Nel corso degli anni, anche grazie ad avventori di grande fama come Ernest Hemingway, questo locale ha sviluppato una vera e propria anima. Tra le sue mura sono nati alcuni tra i più preziosi gioielli dell’enogastronomia italiana, su tutti il ‘Bellini’ ed il ‘Carpaccio’. (continua)



WebFoodCulture Logo

LE COLLABORAZIONI DI WEBFOODCULTURE:

Consorzio Tutela Formaggio Asiago (logo-01) Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco (logo-02) Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano (logo-03) Luxardo Girolamo S.P.A. (logo-04)



Cellini, 'Saliera', J.Strzelecki (img-07)



INFORMAZIONI SUL COPYRIGHT DELLE IMMAGINI


Cliccare qui per l'elenco.

Le immagini che riportano il logo ‘webfoodculture’ sono protette da copyright.

Le seguenti immagini sono di pubblico dominio:

img-01 (*) – Vista del Colosseo, G.P.Panini, 1747 (Wikipedia Link) {PD-Art} {PD-US}
img-02 (**) – Ernest Hemingway, Kenya, 1954, JFK Presidential Library (Wikipedia Link) {PD-US}
img-03 (*) – ‘Fruit’, A.Mucha, 1897 (Wikipedia Link) {PD-Art} {PD-US}
img-04 (**) – Camminata nello spazio (ID:S116-E-05983), immagine della NASA (Wikipedia Link) {PD-USGov-NASA}
img-05 (*) – Tavola, 1611, Clara Peeters (Wikipedia Link) {PD-Art} {PD-US}
img-06 (*) – Luigi XIV a cavallo, 1674, Pierre Mignard (Wikipedia Link) {PD-Art} {PD-US}

img-07 – Saliera, Benvenuto Cellini, immagine appartenente a Jerzy Strzelecki (Wikipedia Link)
img-08 – Porzione di ramen, immagine appartenente a Tnk3a (Wikipedia Link)

Le immagini della testata sono di pubblico dominio:

Immagine 01 (*) – Ritratto di Galileo Galilei, Justus Sustermans, 1640 (Wikipedia Link) {PD-Art} {PD-US}

Immagini pubblicate per gentile concessione:

crt-01 – Immagine pubblicate per gentile concessione del Signor Klaas de Jong e della FarmHouse Prod.
crt-02 – Immagine pubblicate per gentile concessione del Consorzio del Parmigiano Reggiano.
crt-03 – Immagine pubblicate per gentile concessione del Consorzio del Prosciutto di Parma.
crt-04 – Immagine pubblicata per gentile concessione di Google LLC.
crt-05 – Immagini pubblicate per gentile concessione del Consorzio Per La Tutela Del Formaggio Gorgonzola DOP.
crt-06 – Immagini pubblicate per gentile concessione del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP.
crt-07 – Immagini pubblicate per gentile concessione del Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano DOP.

Logo pubblicati per gentile concessione:

logo-01 – Logo di proprietà del Consorzio Tutela Formaggio Asiago e pubblicato per gentile concessione.
logo-02 – Logo di proprietà del Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco e pubblicato per gentile concessione.
logo-03 – Logo di proprietà del Consorzio per la Tutela del Formaggio Pecorino Romano DOP e pubblicato per gentile concessione.
logo-04 – Logo di proprietà della Luxardo Girolamo S.P.A. e pubblicato per gentile concessione.

(*) Questa immagine è di pubblico dominio in quanto il suo copyright è scaduto.
(**) Immagine dichiarata di pubblico dominio dall’autore.